Siccità; invasione di cavallette. Chieste risorse straordinarie per compensare i danni subiti dagli agricoltori. Accolta in Regione la proposta di Pompignoli.

Siccità; invasione di cavallette. Chieste risorse straordinarie per compensare i danni subiti dagli agricoltori. Accolta in Regione la proposta di Pompignoli. Forlì-Cesena, 8 agosto. “Risorse economiche proporzionali ai danni subiti, in modo da favorire la ripartenza delle imprese romagnole colpite dall’invasione di cavallette degli ultimi mesi.” È questo l’impegno contenuto in un ordine del giorno approvato all’unanimità nel corso dell’ultima assemblea legislativa della Regione Emilia Romagna, sottoscritto e presentato dal consigliere della Lega, Massimiliano Pompignoli. “Ci vogliono risorse per ripagare gli agricoltori danneggiati” – ha spiegato in aula Pompignoli – “non solo interventi di prevenzione e mappatura delle zone più colpite.” “Nel territorio romagnolo, in particolare nella provincia di Forlì – Cesena, migliaia di esemplari di cavallette hanno invaso strade e devastato coltivazioni, vigneti, orti domestici e erbe spontanee, provocando danni inquantificabili. Questi insetti, la cui proliferazione è stata favorita dalla forte siccità della stagione estiva, hanno arrecato ingenti danni anche ad allevamenti e aziende zootecniche delle aree più interne della nostra Regione, mettendo a rischio la quantità di foraggio a disposizione per alimentare gli animali da pascolo.” “L’impegno assunto da questa Giunta rispetto all’infestazione di cavallette è molto chiaro. Sostenere gli agricoltori danneggiati da questo fenomeno chiedendo al Governo di impegnarsi a stanziare risorse economiche straordinarie e sufficienti a ripagarli dei danni subiti. Mi fa piacere che su questo tema, così importante per il futuro e la sostenibilità delle nostre aziende, anche il Partito Democratico abbia espresso parere favorevole, dimostrando un sano approccio interlocutorio a beneficio di chi fa impresa.” Ufficio Stampa Lega Romagna

immagine_evidenza