Riccione. Raffiche di vento: tutti gli interventi di Geat. Messi in sicurezza diversi alberi. La duna in spiaggia ha “tenuto”

Raffiche di vento: tutti gli interventi di Geat

Messi in sicurezza diversi alberi. La duna in spiaggia ha “tenuto”

Riccione, 23 novembre 2022 – Le violente raffiche di vento che hanno colpito la Riviera non hanno mancato di causare danni anche al patrimonio arboreo e alla spiaggia di Riccione. Tutto il personale di Geat disponibile ha avviato gli interventi per la messa in sicurezza degli alberi resi pericolanti dalle raffiche già dalle 19 di martedì sera. Per alcune piante si è reso necessario l’abbattimento, mentre in altri casi è stato sufficiente rimuovere i grossi rami a rischio di caduta.

Anche nella mattinata di oggi tutto il personale Geat disponibile è stato  impegnato nella verifica e nel ripristino della sicurezza lungo i viali cittadini, i parchi e i giardini pubblici.

In particolare, in via Tortona, nel tardo pomeriggio di ieri un grosso ramo è precipitato su un’auto in movimento. Il conducente è rimasto illeso: si è reso necessario l’intervento anche dei vigili del fuoco per l’abbattimento della pianta. Sul posto anche gli agenti della Polizia locale per gestire la viabilità.

In viale Monti si è reso necessario l’abbattimento di un  un ippocastano. In via Enna sono finiti a terra numerosi rami di pino mentre in viale Angeloni la stessa sorte è toccata ai branconi delle tamerici. In viale Sicilia il vento ha sradicato un olivo di Boemia.

Altri due interventi erano in programma nella giornata di oggi: la rimozione di un grosso ramo di pino in piazzale Caduti delle Foibe; la messa in sicurezza di un pino (in un’abitazione privata) in viale Dante, pericolosamente inclinato a causa del forte vento di ieri sera.

L’imponente mareggiata non ha mancato di mettere a dura prova la spiaggia, provocando il fenomeno erosivo. La grande duna posta a difesa degli stabilimenti balneari ha però sostanzialmente “tenuto”. Una volta che la marea sarà tornata alla normalità si valuterà se sarà necessario o meno rinforzare la duna.

Lascia un commento