Morciano. Tutte le misure necessarie per far fronte alla zanzara tigre

Anche per l’anno in corso il comune ha messo in atto tutte le misure necessarie per far fronte alla zanzara tigre.
?In particolare il comune tratterà con appositi prodotti biologici tutte le caditoie ed i ristagni d’acqua dal paese.
Ma c’è bisogno che questo avvenga anche nelle proprietà private.
A questo proposito è possibile ritirare ?GRATUITAMENTE? presso l’ufficio tecnico del comune l’apposito trattamento.
??La Ausl prevede i seguenti comportamenti per prevenire la diffusione della zanzara:
1. evitare l’abbandono definitivo o temporaneo negli spazi aperti pubblici e privati, di contenitori di qualsiasi natura e dimensione nei quali possa raccogliersi acqua piovana, ed evitare qualsiasi raccolta d’acqua stagnante anche temporanea;
2. trattare l’acqua presente in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta delle acque meteoriche, e qualunque altro contenitore non eliminabile (comprese fontane e piscine non in esercizio) ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida.
3. tenere sgombri i cortili e le aree aperte da erbacce, da sterpi, e rifiuti di ogni genere, e sistemarli in modo da evitare il ristagno delle acque meteoriche o di qualsiasi altra provenienza;
4. svuotare le fontane e le piscine non in esercizio o eseguire adeguati trattamenti larvicidi;
5. assicurare, nei riguardi dei materiali stoccati all’aperto per i quali non siano applicabili i provvedimenti di cui sopra, trattamenti di disinfestazione da praticare entro 5 giorni da ogni precipitazione atmosferica;
6. all’interno dei cimiteri, qualora non sia disponibile acqua trattata con prodotti larvicidi, i vasi portafiori devono essere riempiti con sabbia umida; in alternativa l’acqua del vaso deve essere trattata con prodotto larvicida ad ogni ricambio.