Montescudo. Finto osteopata assolto: si faceva pagare a vino e polli

Assolto falso osteopata dall’accusa di esercizio abusivo della professione medica. L’uomo, che esercitava a Montescudo, non si faceva pagare, o meglio prendeva offerte  quali polli, vino e altri generi di conforto. Non solo, ma i clienti l’hanno sempre difeso a oltranza, sostenendo che a differenza di quelli di altri medici a cui si erano rivolti, i suoi trattamenti funzionavano. E nel corso del processo sono andati in massa a a testimoniare giurando che non subivano manipolazione e tantomeno trattamenti con i farmaci. Da qui l’assoluzione.