• Manovra domani alle Camere, l’esenzione dal pos sale a 60 euro

    La manovra economica è attesa domani in Parlamento. Aggiunta nell’ultima bozza l’esenzione Imu per le case occupate. Sale da 30 a 60 euro il limite oltre il quale i commercianti sono esentati dall’obbligo di consentire i pagamenti con bancomat e carte. 

    Obbligo di fattura e stretta fiscale per le vendite online a partire dal primo luglio 2023. Nella bozza della manovra circolata ieri è previsto per i soggetti passivi Iva che facilitano le vendite nei confronti di un cessionario non soggetto passivo l’obbligo di trasmettere all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai fornitori e alle operazioni effettuate. In caso di mancata trasmissione lo stesso soggetto passivo è considerato responsabile in solido per l’assorbimento dell’Iva. I beni che rientrano nella misura saranno individuati con un decreto del Mef. Dalle nuove regole sono esentate le cessioni effettuate da fornitori che hanno requisiti di affidabilità o che prestano idonea garanzia, così come individuati dall’Agenzia delle Entrate in un provvedimento da emanare entro 3 mesi. Le vendite per corrispondenza vengono inoltre eliminate da quelle per le quali l’emissione della fattura non è obbligatoria se non richiesta dal cliente.  


    Fonte originale: Leggi ora la fonte