A Verucchio Piano di Risparmio Energetico con rinuncia alla luminarie, Rocca e Museo spenti alle 24 e un grado in meno in municipio

Il Comune di Verucchio adotta un Piano di risparmio energetico e lo condivide con i cittadini in una lettera alle famiglie con i consigli utili e le indicazioni 

del governo. “Quest’anno niente luminarie natalizie e progetto di addobbo 

delle piazze con il coinvolgimento dei cittadini (bambini in primis), illuminazione architetturale della Rocca e del Museo spenta alle 24 e riduzione di almeno 

un grado  della temperatura del municipio. In corso la sostituzione 

di oltre 2000 punti luce con nuovi a led a basso consumo, un progetto 

sulle comunità energetiche e iniziative mirate sull’elettrico”

La rinuncia alle luminarie natalizie come gesto concreto, ma anche simbolico di risparmio energetico, la riduzione dell’orario di illuminazione della Rocca Malatestiana, la temperatura del municipio abbassata di almeno un grado: per contrastare il caro bollette e lanciare un messaggio alla propria comunità, il Comune di Verucchio ha adottato un vero e proprio Piano di risparmio che intende condividere con i propri cittadini.

Sarà infatti inviata a ogni famiglia una lettera a firma dell’amministrazione comunale in cui si annunciano le misure intraprese nell’emergenza, ma anche sotto il profilo strutturale e delle dotazioni, e si trasmette alla popolazione il “vademecum” recentemente stilato dal governo con il Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas.

“Cari cittadini, ognuno di noi si deve sentire coinvolto nella lotta ai cambiamenti climatici: l’efficienza e il risparmio energetico, punti sui quali stiamo indirizzando gli impegni dell’amministrazione, ne sono i cardini” esordisce la missiva, in cui si traccia una road map degli interventi adottati e in essere come Comune: “Grazie a un bando sulla rottamazione dei veicoli inquinanti, abbiamo appena acquistato un mezzo elettrico di servizio messo a disposizione degli operai e dei Ci.Vi.Vo. Ambiente che si aggiunge a quello da tempo al servizio di Rocca, Museo ed eventi; da anni quasi tutti gli edifici pubblici sono dotati di pannelli fotovoltaici; abbiamo stipulato qualche mese fa una nuova convenzione Consip sulla pubblica illuminazione della durata di nove anni che per una cifra di 3.097.924 euro ci permetterà di riqualificare e sostituire tutti gli apparati non a led sul territorio (2176 sui 3096 punti luce complessivi) e mettere in campo tutta una serie di novità che a fronte di un investimento effettivo di 1.100.000 euro permetterà di ottenere un risparmio annuo di 313.619 kilowatt che si tradurrà in un risparmio complessivo del 25% dell’energia elettrica; è alle battute finali un Piano di efficientamento energetico degli edifici pubblici che ha visto sostituire le caldaie del municipio e del Palazzetto dello Sport con quelle a condensazione e in Comune, al Teatro Eugenio Pazzini, alla Scuola Materna di Villa Verucchio e al Centro Civico stiamo sostituendo tutti i punti luce con nuovi al led; stiamo lavorando sulle comunità energetiche; abbasseremo di almeno un grado il riscaldamento del palazzo comunale; spegneremo l’illuminazione architetturale della Rocca e al Museo alle 24 (come auspicato dal Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas) e per quest’anno rinunceremo alle luminarie natalizie coinvolgendo la cittadinanza e in particolare i bambini in iniziative alternative per addobbare le nostre piazze. Queste solo alcune delle azioni che sono state intraprese. Proseguiremo su questa strada, con rinnovato impegno e convinzione, a favore di uno stile di vita più sostenibile e rispettoso dell’ambiente in cui viviamo”. 

Come detto, la missiva conterrà anche tutte le indicazioni del Piano nazionale di contenimento dei consumi di gas, con le temperature consentite nelle abitazioni e nelle attività, le durate di accensione giornaliero e il periodo della stagione termica (quest’anno a Verucchio che è in fascia climatica E dell’Emilia Romagna sarà ridotta dal 22 ottobre al 7 aprile, l’accensione partirà cioè 8 giorni dopo e lo spegnimento avverrà una settimana prima) e i consigli utili su durata della doccia, ebollizione per cucinare e simili.

Lascia un commento