Sant’Andrea in Besanigo: campo dell’orrore, animali morti e impiccati: condannato 57enne

Condannato il proprietario di quello che a suo tempo, nel 2015, era stato ribattezzato campo dell’orrore, in zona di Sant’Andrea in Besanigo. Qui un 57enne teneva diversi animali in strutture fatiscenti. Addirittura durante il controllo delle guardie ecozoofile era emerso come un cane fosse tenuto in stato di malnutrizione. Dal terreno inoltre spuntavano sparse numerose ossa verosimilmente appartenenti a dei cavalli mentre, da un capanno, proveniva un forte odore di putrefazione dovuto alla carcassa di un cane che era stato impiccato. Sul posto era persino stato chiesto l’intervento dei carabinieri. Il 57enne era così finito a processo per maltrattamenti e uccisione di animali, macellazione clandestina e omessa custodia delle armi. E’ stato condannato a 1 anno e 6 mesi.