Morciano. 39enne provoca incidente, dà fuoco all’auto e ne denuncia il furto

I Carabinieri delle Stazioni di Morciano di Romagna e Montefiore Conca, al termine di una sinergica attività investigativa, hanno deferito all’Autorità giudiziaria C. M. originario di Belvedere Marittimo (CS), classe  1980, residente a Morciano di Romagna, già noto alle FF.OO., per i reati di omissione di soccorso e simulazione di reato.

L’uomo, il 20 ottobre scorso, mentre era a bordo della propria Fiat Stilo – scoperta della prevista assicurazione RCA – probabilmente distratto alla guida, aveva causato un incidente stradale in via conca di Montefiore collidendo contro un’altra autovettura, i cui occupanti venivano poi soccorsi dal personale del 118 e giudicati guaribili con prognosi di venti giorni.

Dileguatosi dal luogo dell’incidente, l’uomo ha così pensato di disfarsi del veicolo, abbandonandolo nei pressi del fiume Conca e dandolo alle fiamme per poi recarsi dai Carabinieri ed inscenare di essere stato vittima di un furto, presentando regolare denuncia.

Ma il ritrovamento del veicolo incendiato, a breve distanza di tempo dall’incidente, ha da subito destato l’attenzione dell’Arma che ha così avviato una serie di accertamenti nonché la raccolta di tutti gli impianti di videosorveglianza presenti tanto nella zona del rinvenimento del veicolo quanto in quella dell’incidente. Ed è così che sono stati individuati alcuni particolari che hanno concesso di identificare il giovane e di richiedere a suo carico una perquisizione domiciliare che ha consentito di recuperare, non solo gli indumenti da lui indossati il giorno dell’incidente, ma anche le targhe ed i documenti del veicolo, il tutto denunciato falsamente distrutto dalle fiamme.