Misano. Questa sera: Roberto Corlianò interpreta l’800. Inediti al Misano Piano Festival

Roberto Corlianò interpreta l’800. Inediti al Misano Piano Festival.
Continuano gli appuntamenti del Misano Piano Festival.
Martedì 6 Agosto il cartellone della kermesse dedicata al pianoforte vede un appuntamento davvero speciale: il pianista Roberto Corlianò, musicista di grande spessore, compositore eclettico e moderno che porta alle 21.15 nella Chiesa di Misano Monte la sua lettura delle grandi arie della lirica.
Da Tosca a Il Trovatore, da Samson et Dalila a Cavalleria Rusticana, per la prima volta al Festival, nella sua 27esima edizione, con “Nopera” questo virtuoso della tastiera eseguirà un programma del tutto inedito presentando parafrasi in cui il suo genio e la tradizione concertistica delle trascrizioni si coniugano in un concerto al di là del tempo.

Musicista eclettico affianca all’attività solistica quella di compositore di proprie parafrasi, ricalcando la tradizione pianistica dell’800, attività che nel 2016 gli ha valso il prestigioso Golden Opera Award conferitogli dalla Fondazione Arena di Verona.

Roberto Corlianò, chi è.
Corlianò ha esordito giovanissimo, all’età di 12 anni ha interpretato la parte di Giuseppe Verdi nell’omonimo sceneggiato televisivo diretto da Renato Castellani; a 14 anni ha esordito con l’orchestra dell’Angelicum di Milano e, a 16, presso la Sala Verdi del Conservatorio di Milano. A 17 anni la sua esecuzione della Totentanz di Liszt in Sala Verdi con l’orchestra della RAI di Milano viene salutata da 15 minuti di applausi e da critiche entusiastiche. Da quel momento una serie di concorsi, successi e grandi concerti. Nel 2001 gli è stata consegnata la Coppa del Presidente della Repubblica Italiana per meriti artistici.
Nel 2014 i suoi concerti in Russia (Orsk e San Pietroburgo) sono stati accolti da entusiastici consensi. È frequentemente invitato a collaborare con il Quartetto d’archi dell’Arena di Verona con il quale, nel 2018, ha effettuato una trionfale tourneé in Cina insieme al soprano Hui He. Nel novembre 2018, a Merano, con lo stesso Quartetto, ha eseguito una sua parafrasi alla presenza del Capo dello Stato Sergio Mattarella.
È titolare della cattedra di pianoforte presso il Conservatorio Tito Schipa di Lecce.