Cattolica. Sulle spiagge cattolichine sventola “Bandiera Verde”. Il vessillo assegnato dai Pediatri Italiani a 144 località italiane

Il vessillo assegnato dai Pediatri Italiani a 144 località italiane

 

Sulle spiagge cattolichine sventola “Bandiera Verde”

 

La Regina dell’Adriatico è una meta adatta ai bambini. Qualità delle acque e strutture idonee per le famiglie. Dal 2012 si fregia di questo riconoscimento, cerimonia di consegna il 27 giugno ad Alba Adriatica. Il Sindaco Gennari: “Impegno per la sostenibilità ambientale e per le nuove generazioni”

 

CATTOLICA 12 Febbraio 2020 – “Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare e, nelle vicinanze parchi, gelaterie, strutture sportive, locali per l’aperitivo e ristoranti per i grandi”. Sono queste alcune delle caratteristiche che deve possedere una spiaggia “Bandiera Verde 2020”. Anche quest’anno Cattolica si è aggiudicata questo riconoscimento che le viene assegnato dal 2012.

La bandiera verde indica una località con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri. L’obbiettivo è quello di aiutare le famiglie a scegliere le località di mare, meta preferita per chi ha bambini, per trascorrere il periodo di vacanza nel modo più idoneo e sicuro, in base alle valutazioni dei pediatri, in modo tale che genitori e figli possano trarre i maggiori vantaggi dalla vacanza, con benefici per la salute e la crescita.

Le bandiere verdi sono state assegnate per la prima volta nel 2008, mediante una ricerca ideata e condotta dal Professore Italo Farnetani. “Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione – scrive Farnetani – ci siamo riferiti sempre alle strutture istituzionali e pubbliche italiane: le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli. La scelta ha una motivazione scientifica perché il bambino e l’adolescente hanno bisogno di stare in mezzo alla gente, anche in mezzo al rumore, in mezzo a delle offerte di divertimento e di opportunità turistiche, perciò quando è possibile anche dell’animazione e del gioco di gruppo, sia perché dopo i tre anni il bambino ha bisogno di aggregarsi con i coetanei, per questo non ha bisogno di stare isolato, ma al contrario in mezzo alla gente dove possa incontrare nuovi amici”. Saranno 144 i comuni italiani, due spagnoli (Malaga e Marbella) e quest’anno anche uno romeno (Costanza) a ricevere la Bandiera verde dei pediatri 2020.

La cerimonia di consegna delle Bandiere verdi si svolgerà il 27 giugno ad Alba Adriatica (Teramo). “Sono molto felice e soddisfatto. Non vediamo l’ora – commenta il Sindaco Mariano Gennari – di ritirare e condividere questo riconoscimento con tutta la comunità cattolichina. Una città a misura di famiglie e piccoli vacanzieri. La conferma della bandiera verde è bella notizia per i nostri cittadini, per quanti operano nel settore turistico e per i villeggianti che scelgono la Regina dell’Adriatico come meta per i loro bagni. La nostra sfida amministrativa ci impegna nelle azioni di miglioramento continuo e duraturo nel tempo verso la sostenibilità ambientale come impegno per le nuove generazioni”.