Cattolica. Presentate le nuove brochure promozionali. Da località balneare a “destinazione turistica”

Presentate le nuove brochure promozionali

Da località balneare a “destinazione turistica”

Cattolica punta a raccontarsi sotto una nuova veste con il Brand Book realizzato dal designer Marco Morosini. Intanto i dati dei pernottamenti sono positivi ma per l’Amministrazione non bastano a rappresentare il benessere di un territorio. Il Sindaco Gennari: “Cerchiamo nuovi benchmark per misurare l’andamento di una stagione. Parola d’ordine: destagionalizzare”

CATTOLICA, 09 Novembre 2011 – Presentate stamani al Palazzo del Turismo le nuovissime brochure promozionali di Cattolica. Un book della città fresco di stampa, curato per la direzione creativa dall’affermato designer Marco Morosini, nel quale la Regina dell’Adriatico si racconta attraverso un lavoro complesso, composto da un linguaggio moderno e di qualità ed usando immagini capaci di suscitare emozioni. “Abbiamo voluto raccogliere le foto più belle di Cattolica – spiega Morosini – e raccontare una realtà che è la nostra. Il principale obiettivo è che chiunque veda questo lavoro sia stimolato a prendere subito il telefono per prenotare la propria vacanza nella Regina. Sono state pensate due tipologie di questo book: una per la grande distribuzione ed una per la rappresentanza. Una immagine che ci porteremo dentro ovunque, da non consumarsi nel breve termine ma da utilizzare come grafica riconoscibile che possa essere ripresa e applicata in altri contesti. Abbiamo la città più bella del mondo, l’altra sera facevo guardare la brochure agli amici di Firenze ed hanno esclamato: veniamo subito!”.

Una brochure che mette in mostra una città prima in Italia nei soggiorni per chilometro quadrato con oltre 300mila pernottamenti seguita da Sorrento con circa 240mila e Riccione con poco più di 200mila. Inoltre, i dati appena pubblicati dal Servizio statistica della Regione Emilia Romagna pongono Cattolica, tra le cinque località costiere più importanti, al primo posto per la percentuale di incremento dei pernottamenti, l’unica ad aver superato il numero totale di soggiorni. “Il dato interessante – commenta il Sindaco Mariano Gennari – è che si veniva da un 2017 descritto da tutti come eccezionale ed irripetibile. Siamo i primi in Italia per densità di pernottamenti ma andiamo a crescere e se analizziamo i dati ci accorgiamo che l’incremento si registra al di fuori del periodo estivo mentre i mesi da giugno ad agosto non hanno avuto significative variazioni. Questi sono solo numeri a cui non vogliamo attribuire nulla di trionfalistico ma debbono servire da stimolo per qualificare la nostra offerta ed aprirci a categorie di turisti più esigenti”. Tutto ciò sottolinea e va nella direzione di una trasformazione da semplice località balneare a “destinazione turistica” attraverso la quale l’Amministrazione cerca di prolungare la stagione: non soltanto mare, ma entroterra, attività sportive, cultura, tradizioni e food. Tanti asset che devono contribuire al complesso processo di destagionalizzazione.

“Una trasformazione – continua il Sindaco – letta e vissuta anche attraverso la brochure grazie allo spettacolare lavoro del designer Morosini che l’ha saputa raccontare con gli occhi da cattolichino ed una visione internazionale per interpretare le richieste di cambiamento della città. Infine dobbiamo trovare nuovi benchmark, nuovi strumenti, perché i numeri dei pernottamenti sono da sempre una visione troppo parziale che non riesce a rappresentare l’andamento e l’appeal del territorio. Siamo ben contenti dei dati, consapevoli che il lavoro che ci attende è complesso. Andiamo avanti supportati anche da una città che si sta risvegliando, una comunità coesa pronta a ripartire nella sfida competitiva del mercato delle vacanze.